Corso In Illustrazione E Fumetto Con Tecniche Di Animazione Digitale

Percorso Formativo Corso In Illustrazione E Fumetto Con Tecniche Di Animazione Digitale
Descrizione Ambito Il graphic novel cresce nei cataloghi degli editori, sugli scaffali in libreria, ma soprattutto, nelle librerie di casa. Destinato a un pubblico sempre più ampio, già oggi rappresenta il 10,8% della produzione di fiction Per la prima volta un’analisi su una tra le realtà con più potenzialità del mondo editoriale: il graphic novel. Romanzi disegnati. Rapporto sul graphic novel 2013, curato dall’ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE), è rivolto agli appassionati che vogliono saperne di più sui dietro le quinte di questo genere -anche grazie alle interviste per esempio a chi sul graphic novel ha voluto scommettere- così come a chi, tra gli addetti ai lavori, vuole documentarsi con i primi dati disponibili sul fenomeno. L’offerta di graphic novel ha raggiunto 1.722 titoli, circa il 2,6% delle novità pubblicate lo scorso anno (dati IE 2012). Sono numeri che certo indicano un settore piccolo, ma che ciò nonostante rappresentano ben il 10,8% della produzione totale di titoli di fiction. Il dato più interessante del mercato? La tendenza che mostra come i lettori di graphic novel stiano diventando, negli ultimi anni, sempre più appassionati e consapevoli: nonostante a causa della crisi si compri meno, si scelgono titoli di qualità, come testimonia l’aumento del prezzo medio dei titoli acquistati (da 15,82 nel 2010 a 16,21 del 2011). Romanzi disegnati indaga “un settore all’apparenza piccolo, compatto e a volte considerato di nicchia” ha spiegato il responsabile dell’ufficio studi, Giovanni Peresson, “ma che negli ultimi anni ha saputo, liberandosi dai pregiudizi, rivolgersi a un pubblico adulto sempre più ampio, anche diversificando molto la sua proposta”.
Descrizione Figura l disegnatore di fumetti si occupa di elaborazione e produzione di fumetti. Nel fumetto italiano la funzione prioritaria è quella dello sceneggiatore, cioè di colui che inventa e scrive le storie, a differenza di quanto accade nei fumetti americani, dove è fondamentale la funzione del disegnatore. Si tratta comunque di un campo affascinante per il disegnatore che possieda grande abilità manuale, talento naturale nel disegno ed ovviamente la passione per questa tecnica grafica. Da tener presente che attualmente si sta sviluppando sempre più la computer animation: il disegno e l’animazione delle figure con l’aiuto del computer. Il disegnatore anatomico è lo specialista in grado di illustrare argomenti di natura macroscopica e microscopica, normale ed applicata per le scienze biomediche. Oltre all’abilità nel disegno occorre essere portati per la cultura tecnica e scientifica.
Obiettivi di Apprendimento All’interno del corso verranno affrontate, dalle basi fino ad arrivare a uno studio avanzato, le fondamenta del disegno, le tecniche di inchiostrazione e colorazione, sia tradizionali che sperimentali, oltre ad apprendere i meccanismi con cui riuscire a comunicare le proprie idee attraverso storie e immagini.
Attraverso un percorso formativo che dai rudimenti del disegno si sviluppa fino a comprendere le più recenti tecnologie, l’allievo acquisisce tutte le competenze in grado di condurlo alle diverse realtà lavorative: dall’illustrazione per una campagna pubblicitaria allo storyboard cinematografico, dalla realizzazione di una striscia a fumetti al character design, dall’illustrazione scientifica all’editoria fino all’animazione.
Livello di Complessita Operatore/Operatrice (Addetto)
Durata (in ore) 40
Prerequisiti d’ingresso Accanto alla creatività ed attitudine al disegno, i requisiti necessari per essere un buon illustratore sono i più vari a seconda dell’ambito professionale: per esempio nell’editoria per bambini è necessario che egli conosca la psicologia infantile e sappia progettare l’intero volume.
Nella illustrazione scientifica deve invece essere rigoroso, in quella fantastica visionario, nel campo pubblicitario incisivo ed attento ai meccanismi della comunicazione.
Infine, è importante la conoscenza della graphic computer: infatti anche in questo campo si opera molto spesso su supporti elettronici, si disegna su video.
Contenuti Formativi Modulo 1
Storia del fumetto
Basi del disegno e anatomia artistica
Inchiostrazione di base
Colorazione tradizionale
Colorazione digitale
Progettazione fumetto
Progettazione illustrazioneModulo 2
Disegno avanzato e anatomia umana e animale
Inchiostrazione avanzata
Tecniche coloristiche avanzate
Disegno digitale
Laboratorio di fumetto
Laboratorio di illustrazione

Modulo 3
Concept art
Character design
Tecniche coloristiche sperimentali
Pittura digitale e Speed Painting
Progetto Fumetto
Progetto Illustrazione

Modalità Valutazione Finale degli Apprendimenti La valutazione degli apprendimenti deve essere coerentemente strutturata in funzione delle competenze (conoscenze e capacità) che si vogliono rendere evidenti. I ruoli impegnati nella valutazione degli apprendimenti sono:
– un esperto dei contenuti formativi sviluppati all’interno del corso (individuato tra i docenti del percorso formativo);
– un esperto di progettazione formativa, di norma è colui che ha provveduto a progettare ed erogare il percorso formativo (può essere individuato in un rappresentante dell’agenzia formativa).La prova di valutazione potrà fare riferimento a due tipologie:
– prova teorica (test a risposta multipla, questionari di apprendimento, ecc.)
– prova tecnico-pratica (simulazioni, role playing, ecc.)
In funzione dei contenuti formativi sviluppati all’interno del percorso formativo dovrà strutturata la prova di valutazione finale.
Preliminarmente alla prova di valutazione vanno identificati gli indicatori da osservare e le loro modalità di messa in trasparenza in riferimento della prova valutazione.
E’ necessario altresì prevedere e indicare la durata della prova. Tale durata deve essere compresa in un range che va dalle 2 alle 5 ore in funzione della complessità della prova.
Attestazione finale Attestato di Frequenza con profitto
Fabbisogno Occupazionale Le opportunità lavorative dell’illustratore in genere, sia come libero professionista sia come dipendente, riguardano l’editoria (case editrici), la pubblicità (le agenzie e studi pubblicitari), il cinema di animazione. Per quanto riguarda la fumettistica in particolare, occorre tener presente che si tratta di un settore estremamente selettivo, poco retribuito e anche faticoso. Per vivere dignitosamente con questo lavoro occorre possedere continuità e velocità di disegno: essendo retribuiti a tavole, occorre almeno realizzarne venti al mese, impresa che richiede un grandissimo sforzo (il classico disegnatore di fumetti lavora per non meno di dieci ore al giorno). Solo se si raggiunge un livello di bravura medio – alto si può ricevere una retribuzione di tutto rispetto. Per farsi conoscere conviene presentare i propri lavori alle case editrici ed alle fiere; queste ultime in particolare rappresentano una grande opportunità, perché permettono di incontrare in una sola volta tutti gli editori.

 

Codici ISTAT correlati al percorso formativo

Codice Descrizione
3.1.2.2.0.11 tecnico in computer grafica
3.4.4.1.1.2 grafico responsabile di progettazione e supervisione opere editoriali